La Divina Vinitaly

“Fatti non foste a viver come bruti,
Ma per seguir Vinitaly e degustare a sufficienza”

Così inizia il viaggio di Nexidia nel cuore di quella che consideriamo la nostra Divina Commedia: il percorso verso il corpo celeste del Vinitaly.

Come Dante, anche noi attraversiamo tre regni, ma con una sfida diversa: noi iniziamo dalla spiaggia del Purgatorio dove avviene il sommo brief e il passaggio di tutta la conoscenza necessaria per affrontare l’ascesa al Paradiso. Similmente al poeta trecentesco, anche Nexidia ha le sue guide all’interno di Veronafiere: un Virgilio e un Catone che ci assistono nel cammino, fornendoci preziosi consigli. Tuttavia, noi non possiamo svenire ogni volta che si presenta una difficoltà, al contrario, ci rimbocchiamo le maniche e affrontiamo la salita verso la vetta del Purgatorio, con la speranza di raggiungere il nostro Eden.

Nel corso dei mesi ci siamo destreggiati nel mondo dei social e tra pubblicazioni di contenuti e gestione del budget siamo passati attraverso la terza cornice degli Iracondi: gli imprevisti erano dietro ogni curva, ci hanno fatto anche giungere alla quarta cornice degli Accidiosi. Più salivamo le cornici e più ci sentivamo vicini alla purificazione del nostro operato. Molteplici pubblicazioni ogni giorno, visual da preparare con il nostro team creativo, montaggi video, sottotitolazioni, gestione dei commenti e problem solving ci hanno permesso di raggiungere pian piano la vista dell’ultima cornice in lontananza. Vinitaly è un universo vasto, che include anche Vinitaly and the City – il fuori salone del Vinitaly che si sviluppa nel centro di Verona – e SOL – fiera internazionale della filiera olivicola -, altre due sfide che abbiamo affrontato con determinazione e intraprendenza. Collaborare con Veronafiere per la manifestazione internazionale del vino e dei distillati è stato un po’ come bere l’acqua dell’Eunoè: il visual di SOL ci ha fatto apprezzare la leggerezza e l’eleganza delle materie prime della nostra terra, celebrando sapori e colori in un visual fluido e leggiadro. 

La campagna digital di ticketing per Vinitaly e Vinitaly and the City ha contribuito al raggiungimento delle 97mila presenze in fiera (4000 in più del 2023) e delle 50mila degustazioni nel cuore di Verona (+11% rispetto al 2023).

Giusto quando pensavamo che il nostro lavoro fosse ormai giunto a termine, ecco che nella settimana prima di entrare in scena, ci siamo ritrovati nella selva oscura, dove però ogni speranza non era perduta. In quei sette giorni densi, Vinitaly, Vinitaly and the City e SOL sono stati cavalcati avendo il nostro traguardo paradisiaco ben fissato nella mente, superando con determinazione le insidie e impiegando tutte le nostre energie per il successo dell’evento. Effettuati gli ultimi ritocchi e preparati tutti gli strumenti siamo finalmente giunti al Paradiso: i giorni della manifestazione. Abbiamo documentato ogni evento, degustazione, talk e masterclass con l’aiuto prezioso del nostro San Bernardo, ovvero il social team di IUSVE – Istituto Salesiano Universitario Venezia, Sede di Verona – grazie al quale giovani studenti determinati hanno fatto in modo che nessun momento andasse perso data la concomitanza delle molteplici attività.

Sia durante il salone internazionale del vino, che durante il fuori salone, copertura, interazioni, contenuti pubblicati e follower hanno registrato una crescita significativa.

Il profilo di Vinitaly ha registrato un totale di 402 contenuti pubblicati in più rispetto all’anno precedente (tra Facebook, Instagram e LinkedIn); la copertura del profilo Instagram ha raggiunto un aumento del 98,43%; il profilo LinkedIn ha registrato un aumento del 160% nelle reazioni (tra commenti e condivisioni). Anche il profilo di Vinitaly and the City ha avuto una pagella positiva con un aumento dei follower su Facebook e Instagram e circa 200 storie tra pubblicazioni e ricondivisioni dei partecipanti. Non vediamo l’ora di rivedervi l’anno prossimo per un nuovo capitolo del nostro viaggio digitale, in un’avventura ancora più entusiasmante e innovativa.

 

CONDIVIDI